Evernote – Tutti i quaderni in un’App

I ragazzi iniziano a usare l’iPad in classe e molto ragionevolmente, perché è la cosa più semplice da fare, prendono appunti sul blocco giallo delle Note. Peccato che questi fogli digitali non possano essere ordinati, per cui la lista dei regali di Natale finisce insieme agli appunti delle lezioni di Inglese e Italiano. Alla lunga la faccenda non è pratica. Ecco dunque rispuntare gli ingombranti quaderni.

Ma se ancora non si può fare a meno dei libri, per il momento irrinunciabili compagni di strada e di vita, i quaderni possono tranquillamente finire in soffitta senza troppi rimpianti. Una borsa o uno zaino più leggeri, battaglia condotta a singhiozzo e senza risultati da un certo numero di Ministri dell’Istruzione, cominciano dall’eliminazione di tutta la carta superflua.

Evernote permette di prendere appunti titolando il Taccuino con il nome della disciplina del corso, datare il foglio con il giorno della lezione e avere automaticamente le note ‘volanti’ accorpate in un’unico libretto. Se poi qualcuno è particolarmente creativo, fa un lavoro di ricerca o ha bisogno di selezionare e ordinare foto e video, Evernote farà con questi materiali lo stesso lavoro di organizzazione.

Appena si riavvia l’applicazione, le pagine archiviate appariranno nella sezione “Tutte le note”, sistemate su uno scaffale organizzato per lettera alfabetica.

L’unico punto debole è la sincronizzazione: l’Applicazione dovrebbe automaticamente sincronizzare i dati sui device di tua proprietà, purtroppo l’operazione non sempre riesce e talvolta non è facile nemmeno scaricarla dall’AppStore al primo tentativo.

Però insistendo le cose cominciano a funzionare. E l’addio ai quaderni diventa possibile.

Evernote è un’applicazione gratuita.

3 Commenti

  1. fabrizio

    Una funzione molto interessante è quella della condivisione di quaderni tra più utenti, peccato che ci sia solo nella versione a pagamento che costa veramente tanto ed è un canone annuo per cui non smetti mai di pagare.
    L’ho usata molto, non in classe per ora ma fuori aula e ha il grosso difetto di non avere la possibilità di disegnare o scrivere caratteri speciali (apici e pedici per le formule, es). Quindi i quaderni sopravviveranno ancora a lungo (per fortuna!) 😉

    • fabrizio

      Scrivo di nuovo eprchè non vorrei essere fraintese: evernote DEVE essere presente su tablet e smartphone perchè è veramente utile e ben fatta. Solo che non è l’app definitiva, quella che manda in soffitta i quaderni…

  2. Grazie Fabrizio. Forse non è l’App definitiva ma certo è un buon passo avanti…
    I miei allievi scelgono di volta in volta come preferiscono prendere appunti, alcuni mantengono i quaderni per alcune funzioni, altri hanno definitivamente adottato il digitale. I vantaggi – gli unici sostanziali – sono la concentrazione di tutto quanto viene scritto su un’unica superficie (niente più fogli volanti o “prof ho dimenticato gli appunti di ieri a casa”) e un differente, tendenzialmente più “pulito”, ordine grafico (dunque mentale).

Lascia una risposta